airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

I demoni di Google per il web marketing specialist

I demoni di Google per il web marketing specialist

Il web marketing è, parafrasando Dante, una vera e propria SERP oscura: districarsi fra il fitto fogliame di Google, ed i mille demoni che lo infestano, non è impresa semplice per nessuno. Neanche per il web marketing specialist più forte e capace del mondo. Eppure, come tutte le paure che agitano l’inconscio dell’uomo e che si annidano nel suo profondo, anche il posizionamento sui motori di ricerca deve essere affrontato di petto e senza temere alcunché: perché i demoni, così come le difficoltà, basano tutta la loro forza sulle nostre angosce. E allora vediamo di scoprire come può l’esperto di web marketing affrontare i demoni di Google, proprio come farebbe un cavaliere senza macchia né paura.

Essere originali per non smarrire la retta via

I sentieri tracciati dagli altri cacciatori sono spesso delle trappole mortali per chi, come il web marketing specialist, deve avventurarsi in un mondo dove gli agguati sono all’ordine del giorno. Perché rischiare di diventare le prede di ciò che siamo cacciando, quando abbiamo la possibilità di esplorare nuove vie per raggiungere i nostri risultati e abbattere i demoni di Google alle spalle, cogliendoli di sorpresa? Da questo punto di vista, l’originalità è la chiave per una web strategy di successo: copiare i contenuti testuali già presenti sul web, infatti, vi esporrà alle macumbe di Panda, ovvero uno dei peggiori demoni di Google. E non fatevi ingannare dalle sue morbide apparenze e dalla dolcezza del suo muso: questo animale è incattivito e assetato del vostro sangue, e rappresenta uno degli algoritmi penalizzanti più perfidi in circolazione.

Disseminare trappole nascondendole bene

La lotta alle forze del male sguinzagliate da Google non può essere sempre affrontata faccia a faccia: spesso, infatti, il web marketing specialist è costretto a disseminare trappole lungo le fitte maglie del web, per catturare i suoi obiettivi senza per questo disturbare il leggerissimo sonno dei demoni di Google. Basta un sussurro, un rumore di troppo, o un backlink posizionato sul portale sbagliato, ed ecco che la frittata è fatta. Per questo motivo, un web marketing specialist capace non esagera mai con il link building esterno: piazza i suoi link-trappola solo in posti sicuri, in portali realmente esistenti e di grande valore, dove i demoni di Google si guardano bene dal manifestare la loro inquietante presenza. Soprattutto se parliamo del temutissimo Penguin: ovvero la penalizzazione più pericolosa di Google.

Utilizzare le giuste formule magiche

Il web marketing specialist è lo stregone del SEO: proprio come farebbe Gandalf il Grigio, combatte il male dei motori di ricerca pronunciando formule arcane, ricche di parole magiche in grado di far retrocedere i demoni di Google. Ma lo fa sempre limitando al minimo lo spreco delle proprie energie perché le keyword, se pronunciate in successione, possono esaurire il suo scudo e permettere ai mostri di ucciderlo. Parliamo ancora una volta di Penguin: un demone penalizzante che si risveglia tutte le volte che sente ripetere per troppe volte la stessa parola chiave, soprattutto fuori contesto. Ed ecco che la regola, per essere stregoni saggi, è creare contenuti testuali coerenti, introducendo le parole chiave solo quando vi è una reale necessità.

Guardare il Diavolo negli occhi

Riuscire ad evitare i demoni di Google è già un grande successo, ma non è scappando che si diventa web marketing specialist di grande fama. L’unico modo per evitare di essere tormentati a vita dagli influssi maligni del posizionamento, è guardare il Diavolo fisso negli occhi: Google va studiato, studiato e ancora studiato. Gli stregoni che non aggiornano le loro conoscenze correranno sempre il rischio di incappare nel morso di uno dei suoi demoni o, peggio ancora, di non sapere più come rispondere alle esigenze dei clienti. Ed è quella la sconfitta peggiore.

Share