airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Start up Bio

Start up Bio

In un momento di grande attenzione al risparmio delle risorse energetiche e alla tutela ambientale, anche la tecnologia deve piegarsi alle necessità dell’essere umano e diventare uno strumento di creazione di opportunità, piuttosto che di distruzione delle preziose risorse del nostro pianeta. Un problema che in Italia viene affrontato molto seriamente già da un paio d’anni, con l’impegno costante dell’Onb (Ordine Nazionale Biologi) e l’intuizione e la creatività di tanti piccoli imprenditori, che hanno avuto la forza di lanciare sul mercato numerose start up bio innovative e attente al settore del biologico: un campo che, come vedremo, ha dei confini davvero ampi e non si limita alla semplice vendita online di frutta, verdura e alimenti bio.

Cos’è una start up bio

Non è facile spiegare con precisione cosa sia una start up bio, per il semplice fatto che il settore del biologico, di per sé, non è definibile da confini precisi. Una start up bio, dunque, è un’attività imprenditoriale giovane che si occupa innanzitutto di offrire agli individui prodotti o servizi nel campo dell’agricoltura, dell’alimentare e del territorio. Inoltre questi progetti innovativi mirano anche alla tutela dell’ambiente, alla valutazione dei rischi di inquinamento e alla gestione delle risorse idriche ed energetiche del pianeta. Ci sono poi start up bio che si occupano dei problemi alimentari, entrando dunque nel campo delle diete e delle strategie nutrizionali bio che tanto successo stanno riscuotendo in questo periodo. In altre parole, le start up bio sono aziende che si occupano del benessere dell’individuo e dell’ambiente a 360 gradi, partendo dall’alimentazione in tutte le sue forme e arrivando alle tecnologie in tutela dell’ambiente, come ad esempio i depuratori dell’acqua.

Le start up bio in Italia

L’Italia, come sempre, si dimostra particolarmente attiva nel campo delle start up: in questo senso, il settore biologico rappresenta senza alcun dubbio uno dei maggiori vanti del nostro Paese. Secondo quanto dichiarato da Luciano Atzori, segretario dell’Ordine Nazionale Biologi, l’Italia si colloca al terzo posto nella speciale classifica dei paesi europei che hanno maggiormente investito nella produzione bio-tecnologica: non è un caso che le nostre start up bio facciano gola a molti investitori stranieri, arrivando al punto di essere contese per milioni di dollari.

Bio Soil Expert e i suoi innovativi fratelli

Expo 2015 ha avuto il merito di lanciare una start up bio italiana davvero innovativa: la start up bio si chiama Bio Soil Expert, ed ha messo a punto una tecnologia in grado di curare la terra con i micro-organismi delle piante, senza utilizzare pericolosi additivi chimici. Oggi, il sistema denominato Erosion Control viene utilizzato in Trentino, Veneto e Lombardia. Fra le start up bio più innovative, inoltre, c’è DentaSlim-Up: un’azienda italiana che ha realizzato un bite che, messo in bocca, aiuta i pazienti a dimagrire. Nessuna stranezza chimica o altro: il merito è di un dispositivo che, rallentando la masticazione, aiuta lo stomaco a raggiungere lo stato di sazietà senza ingerire troppo cibo. Fra le altre innovative start up bio italiane c’è ‘Semplicemente Natura‘: un’azienda che ha realizzato un metodo per estrarre la bava dalle lumache senza arrecare alcun danno all’animale.

Share