airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Pinterest e Instagram: quali sono le differenze

Pinterest e Instagram: quali sono le differenze

Photo credit @tanuha2001 / Shutterstock.com

In un mondo dominato dalla logica della new communication, per le aziende diventa impellente la necessità di apprendere come sfruttare al massimo il web per comunicare il proprio brand agli utenti interessati. Da questo punto di vista, nulla è più efficace dei social network, soprattutto se parliamo di quelli che fanno del linguaggio visuale il loro punto di forza, come Pinterest e Instagram. Eppure, come spesso capita sul web, le realtà che utilizzano uno stesso concetto comunicativo sono spesso molto diverse fra loro: vediamo dunque quali sono le differenze fra Pinterest e Instagram, e a quali esigenze comunicative si adattano questi due social network visuali.

Instagram: cos’è e come funziona

Instagram è uno dei social visuali più diffusi sul web: la sua fama è talmente ampia da aver letteralmente polverizzato qualsiasi record di utenti attivi sulle piattaforme social, eccezion fatta ovviamente per Facebook. Ed i motivi alla base di questo successo sono evidenti: Instagram è il luogo perfetto per ospitare immagini creative, emozionali, realizzate sul momento e condivise alla velocità della luce. Inoltre, mettendo a disposizione strumenti quali gli hashtag e le votazioni, una foto pubblicata su Instagram potrebbe facilmente diventare virale ed ottenere migliaia di condivisioni nel giro di poche ore, anche grazie all’introduzione dei photocontest. In questo senso Instagram si rivela una scelta interessante per chi si occupa di emotional marketing, e intende magari far vivere agli utenti che visualizzano le foto ciò che accade dietro le quinte di un’azienda, fra selfie e scatti relativi ai backstage. Infine, da considerare anche che le foto postate su Instagram possono essere modificate con filtri vintage, aumentando l’ingaggio emozionale di chi le guarda.

Pinterest: cos’è e come funziona

Pinterest è un social network visuale che si muove lungo lo stesso media comunicativo (le immagini) ma puntando ad un target molto diverso. Se Instagram è perfetto per chi desidera postare scatti amatoriali ed emozionali, molto personalizzati, al contrario Pinterest è il social adibito ad ospitare foto di grande qualità e scatti realizzati da professionisti: questo, però, non significa che tali foto dovranno essere smaccatamente pubblicitarie o banali, dato che anche su questo social conta tantissimo l’engagement, e dunque la capacità di emozionare l’utente attraverso le immagini. Per questi motivi, Pinterest va soprattutto incontro alle esigenze di marketing delle aziende votate al fashion, come ad esempio le aziende di moda, quelle di interior ed esterior design, quelle del settore eno-gastronomico e, ovviamente, i servizi turistici come hotel e bed&breakfast.

Pinterest vs Instagram: chi vince?

Non vince nessuno: Pinterest e Instagram sono semplicemente due facce di una stessa medaglia. Instagram si rivolge ad un pubblico più attento all’immediata fruibilità di una foto coinvolgente e personale, mentre Pinterest rappresenta un vero e proprio veicolo pubblicitario per le aziende. E non è un caso che Pinterest venga sempre più spesso utilizzato dagli e-commerce per pubblicizzare prodotti e per veicolarli attraverso dei veri e propri cataloghi fotografici. Inoltre, va anche specificato che gli utenti di Pinterest sono più propensi all’acquisto: gli utenti che frequentano Instagram, invece, possono diventare dei potentissimi veicoli di viral marketing.

Share