airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Quando uno spot cambia la storia

Quando uno spot cambia la storia

Nel 1988 in Cile si votò il referendum che pose fine al regime di Pinochet dopo oltre quindici anni di dittatura. La vittoria del “No”, con il risultato storico del 55,99% contro il 44,01%  del “Sì”, si ottenne soprattutto grazie alla campagna del pubblicitario Eugenio García, Chile l’alegria ya viene (Cile, l’allegria che viene), uno spot che non rievocò le barbarie del regime, come torture e sparizioni di detenuti (i “desaparecidos”), ma che piuttosto lanciò un messaggio fondato sulla felicità che l’oppresso popolo cileno avrebbe trovato solo votando “No”, rifiutando Pinochet. Con “L‘allegria che viene”, il creativo pensò a un’idea di rinascita, di speranza in un futuro diverso, appunto di allegria, ribaltando persino il concetto negativo insito nella parola “no”. Scene di vita quotidiana, colori, balli, musica e un logo formato dal “NO” in unione a un arcobaleno, simbolo di fiducia e speranza nel futuro (con i colori dei partiti democratici dell’opposizione).

A questa campagna storica è stato dedicato un film, vincitore della sezione autonoma del festival di Cannes nel 2012 e candidato all’Oscar come miglior film straniero nel 2013, intitolato “No – i giorni dell’arcobaleno”, del regista Pablo Larraín e interpretato da Gael Garcia Bernal, che consigliamo a tutti di vedere.

Share