airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Piccolo dizionario di Social Media Marketing

Piccolo dizionario di Social Media Marketing

Chi si avvicina al marketing online ed al social media marketing rischia di trovare alcuni termini sconosciuti ma assolutamente fondamentali. Ecco un mini dizionario per chi non ha molte conoscenze in materia.

Brand Awareness: questo termine indica la notorietà del brand, nonché la sua capacità di essere associato dai consumatori ad un determinato prodotto.

Conversioni: la quantità di interazioni tra l’utenza ed un portale. Le conversioni possono consistere in semplici richieste di contatto, piuttosto che in iscrizioni alla newsletter aziendale o ad un acquisto.

Call to Action: si tratta di un invito all’azione. In genere compare al termine di un post o di un articolo e invita a compiere una determinata azione, che può corrispondere ad una richiesta di preventivo, a collegarsi al sito aziendale, etc..

EdgeRank: è l’algoritmo di Facebook che decide quanto saranno frequenti e da chi saranno visibili i contenuti di ciascuna pagina o account privato.

Engagement: è un elemento fondamentale del social media marketing e fa riferimento al livello di coinvolgimento dei lettori. I social misurano l’engagement di ciascun post attraverso alcune metriche che fotografano il successo di quello specifico contenuto e la sua capacità di diventare virale. Su Facebook l’engagement può essere misurato anche attraverso condivisioni, commenti e like.

Hangout: è un servizio introdotto da Google+ che consente agli iscritti di videochattare con un massimo di altri dieci utenti e nello stesso momento di guardare video su YouTube, consultare un GoogleDoc e fare molte altre attività. Si tratta di un servizio di grande utilità adatto soprattutto ai gruppi di lavoro.

Hashtag: è un’etichetta che serve a rendere facile da reperire un determinato evento, prodotto o argomento. Viene impiegato soprattutto su Instagram, Twitter e Google+.

Inbound Marketing: corrisponde ad una tipologia di marketing che si fonda sulla capacità di attrarre l’utenza sui propri contenuti e prodotti. L’inbound marketing utilizza tecniche come il blogging, i social media, la SEO e la lead generation ed è opposta all’outbound marketing, che invece impiega strategie tradizionali come la pubblicità, i banner, le direct mail, etc..

Influencer o nano influencer: persone che influenzano il marketing

Insights Facebook: è il pannello di controllo che ogni pagina Facebook possiede e che consente di tenere traccia delle interazioni dell’utenza con i propri contenuti.

News Feed: corrisponde ad una pagina ricca di notizie. Il News Feed di Facebook è la homepage, che riporta tutti gli aggiornamenti degli utenti appartenenti alla propria rete di contatti.

Opinion Leader: sono tutti coloro che hanno ottenuto un’elevata credibilità su determinati argomenti, in virtù della posizione professionale o sociale che ricoprono. Spesso il loro parere ha un ruolo centrale nella diffusione di specifici modelli di comportamento, di un prodotto o di un servizio.

Social Media: i mezzi di comunicazione che consentono ai propri iscritti di interagire fra loro e condividere contenuti multimediali.

Storytelling: corrisponde alla volontà di raccontare storie dalle quali traspaiano mission, idee e valori che animano l’azienda. Questi racconti brevi hanno il potere di coinvolgere gli utenti aumentando la brand awareness.

Target: corrisponde al gruppo di persone che potenzialmente possono essere interessate a ciò che l’azienda offre. Individuare il proprio target di pubblico può garantire una minor dispersione di tempo e denaro, poiché permette di calibrare meglio le offerte ed il tono, così da soddisfare esigenze, aspettative e gusti di quella determinata nicchia.

Troll: talvolta i social media manager hanno a che fare con utenti che criticano prodotti e contenuti per il solo gusto di farlo. Il tono dei loro messaggi è provocatorio e spesso anche diffamatorio.

Share