airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Novità di Google ADS

Novità di Google ADS

Novità di Google ADS

Photo credit: BigTunaOnline / Shutterstock.com

 

Da poco il gigante di Mountain View, sempre più attento alle evoluzioni del mercato pubblicitario, ha annunciato l’introduzione di svariate funzioni per automatizzare e migliorare le performance delle campagne di Google Ads. Le nuove funzionalità sono il frutto dell’esperienza maturata durante la pandemia, i cui dati sono stati incrociati dagli analisti con le tendenze a lungo termine. Vediamo di seguito quali sono le novità più rilevanti.

Insights, uno sguardo più approfondito all’interno di Google Ads

A seguito del mutamento dei comportamenti dei consumatori in primavera e dell’aumento degli ordini di svariate categorie sull’e-commerce, Google ha lanciato Rising Retail, uno strumento che privilegia prodotti più richiesti. In modo speculare, una nuova sezione Insights nell’interfaccia di Google Ads mostrerà i numeri dei prodotti le cui vendite sono in aumento, nonché le informazioni di Google Trends, il tutto personalizzato in base all’account. L’inserzionista potrà così vedere i trend di ricerca, con previsioni pertinenti per la propria offerta e un’integrazione puntuale con le raccomandazioni. L’uscita in versione beta di Insights è prevista per i prossimi mesi negli Stati Uniti e nel Regno Unito, per poi essere ampliata al resto del mondo. Google mira ad ampliare la funzionalità, arrivando a una capacità previsionale ad alta precisione, e promette che Insights sarà la base per fornire dati sempre più approfonditi all’interno di Google Ads. Un’altra delle novità introdotte da Google riguarda il rilascio di nuove campagne video, che gli inserzionisti potranno testare a partire dalle prossime settimane. Promettono performance ottimizzate e potranno essere diffuse su YouTube e sulle altre piattaforme video partner di Google che al momento sta testando formati di annunci video che consentono un’interazione diretta, specifica per gli schermi televisivi.

Arriva Performance Max, il meglio dell’automatizzazione per Google

La grande novità annunciata da Google è Performance Max che promette di rivoluzionare l’offerta di marketing automation del motore di ricerca. A causa dei cambiamenti avvenuti durante la pandemia, un punto di svolta per molti inserzionisti, Performance Max è diventato sempre più importante nell’arsenale di Google. Al contrario di altri strumenti di marketing automation, come le campagne Local o Smart, Performance Max sarà esteso a tutte le piattaforme pubblicitarie di Google. Gli annunci realizzati con Performance Max saranno pubblicabili sulla rete display, search, ma anche su YouTube e Gmail. L’obiettivo è quello di far diventare Performance Max lo standard per le campagne pubblicitarie di ricerca. Dal punto di vista pratico, gli inserzionisti saranno responsabili di creare un copy accattivante ed efficace e scegliere immagini o video d’impatto. I sistemi di machine learning di Google pubblicheranno gli annunci dinamici sui canali, tramite Smart Bidding, in base agli obiettivi di business che stanno a cuore all’inserzionista. Performance Max consentirà di impostare una campagna per tutte le varie piattaforme di Google, invece di creare annunci specializzati per canale, lasciando al sistema di automation il compito di affinare il target. I titolari dell’account potranno fornire input per rendere gli algoritmi automatici più precisi, individuando i target con elevate probabilità di conversione, grazie a un meccanismo che consentirà di associare un valore ai lead in base alla posizione, al dispositivo e alle caratteristiche. La nuova pagina Insights includerà i dettagli sulle campagne Performance Max che ora rimane in fase di test e la funzionalità verrà allargata su invito agli inserzionisti che avranno accesso alla versione beta gradualmente nel 2021.

Share
Novità Facebook
Novità Facebook