airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Marketing: come scegliere un packaging

Marketing come si sceglie un packaging

Marketing: come scegliere un packaging

Il packaging di un prodotto non è soltanto il rivestimento, l’imballaggio che contiene ciò che si acquista, ma è un vero e proprio strumento di comunicazione del brand, un elemento fondamentale che può guidare il processo e la decisione di acquisto di un consumatore. L’ideazione e la creazione di un packaging diventano, così, oggetto di studio nella costruzione del brand e rappresenta il biglietto da visita del prodotto. Data l’importanza che riveste l’impatto del packaging sulle persone che devono scegliere un prodotto, lavorare sul packaging è sicuramente uno strumento di marketing da non sottovalutare.

L’importanza del packaging come elemento di comunicazione

Il packaging è ormai un elemento fondamentale del prodotto. Non si tratta solo della confezione che avvolge e protegge il contenuto, ma è anche il primo elemento identificativo agli occhi del cliente nonché un modo per comunicare con lui. Il packaging deve avere un impatto visivo che colpisca il consumatore, essere attraente, incuriosirlo, dare una sensazione di piacevolezza, avere delle caratteristiche fisiche che lo rendano diverso e più appetibile degli altri prodotti. La confezione sarà il primo contatto con il consumatore da parte del brand; veicolerà i valori e il carattere del marchio tenendo presente il target a cui si rivolge. La confezione è un elemento per differenziarsi dalla concorrenza: si pensi, ad esempio, ad un supermercato dove i prodotti sono divisi per tipologia e negli stessi scaffali si ritrovano tutti i competitor del settore. In alcuni campi, poi, il packaging diventa un importante elemento di scelta fra un prodotto e un altro, come avviene nel campo della cosmetica nel quale una confezione gioiello o particolare può essere la leva che spinge il cliente all’acquisto. Tutti questi motivi rendono indispensabile un attento studio sul packaging e molta attenzione nella sua scelta.

Come si sceglie un packaging

Come fare a scegliere il packaging più adatto? Sicuramente il primo criterio di scelta deve essere quello della funzionalità. Infatti il packaging deve avere le dimensioni, la forma e il materiale giusti per contenere il prodotto al quale è destinato.

Un elemento molto importante per scegliere il packaging più adatto è quello di partire dall’analisi del proprio target: solo conoscendo profondamente il consumatore tipo e l’uso che fà del prodotto sarà possibile stabilire quale tipo di confezione potrebbe preferire. Il packaging deve essere attraente per chi lo guarda e deve riportare colori e logo aziendali così da ricollegare immediatamente il pensiero al brand e innescare un effetto ricordo, importante per il processo di fidelizzazione. Per quanto riguarda i materiali da utilizzare, la scelta è frutto, innanzitutto, delle norme di legge a riguardo. Ad esempio per il packaging del settore alimentare è indispensabile rispettare le indicazioni che derivano dal tipo di alimento che la confezione custodisce. Se non ci sono vincoli in tal senso, si potrà scegliere il materiale più in linea con il prodotto, la filosofia aziendale e il posizionamento del brand. In generale possiamo dire che un packaging efficace avrà caratteristiche originali, materiali di qualità, facilità d’uso o possibilità di riuso e un’estetica accattivante.

Quali sono i vantaggi competitivi di un buon packaging

Scegliere il packaging giusto, quello che entusiasma il cliente, porta una serie di vantaggi competitivi che nessuna azienda può trascurare. Per dare un’idea dell’importanza di questo elemento, è sufficiente sapere che ogni consumatore durante una visita ad un supermercato di medie dimensioni vede circa 600 prodotti che, suddivisi per il tempo trascorso all’interno del punto vendita, vuol dire uno ogni decimo di secondo. Avere un packaging curato e indovinato, allora, vuol dire attivare un canale di comunicazione preferenziale rispetto al proprio target di consumatori e riuscire a conquistarli per battere la concorrenza. Un altro vantaggio che deriva dal packaging, oltre alla differenziazione del prodotto, è quello di poter avere la possibilità di comunicare al consumatore un’informazione. Molti negozi prevedono la presenza di consumatori passivi: le informazioni che sono contenute sulla confezione, invece, consentono di rendere partecipe il cliente e attivare una comunicazione efficace con il brand.

Share