airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

L’importanza dell’analisi nel web marketing

L’importanza dell’analisi nel web marketing

Conta davvero l’analisi nel web marketing e se sì, per quale motivo? Il marketing moderno, quello applicato al web 2.0, ha fatto in modo che i marketer diventassero sia esperti di numeri che creativi. In particolare, la parte creativa degli esperti di web marketing si concentra sul design, sulle forme e sui contenuti dedicati ai vari canali utilizzati per ottenere visibilità. Gli elementi visivi, testuali e multimediali sono diventati i protagonisti di tutte le strategie di marketing più efficaci. Eppure, senza un’analisi attenta dei numeri e del contesto nel quale si opera è impossibile emergere. Scopriamo il perché.

Le analisi che precedono la creazione di una strategia di marketing

Tenere d’occhio le mosse dei concorrenti è una prassi tanto consolidata quanto necessaria. L’analisi dei competitor consente di definire meglio le proprie strategie, poiché per emergere bisogna far meglio e porsi in maniera differente rispetto ai propri concorrenti. Di conseguenza, sarà necessario individuare i propri competitor e capire quali sono i loro punti di forza. In questa fase, è importante valutare i prodotti e i servizi offerti dai concorrenti, il loro costo, la loro qualità, i feedback lasciati dell’utenza, la tipologia di utente che li richiede. Un’analisi approfondita di queste informazioni può fornire una fotografia dettagliata del proprio mercato di riferimento, offrendo la possibilità di prevedere gli scenari futuri, ma anche di individuare nicchie di mercato vuote da poter sfruttare al meglio. L’analisi nel web marketing riguarda anche il committente, l’azienda che vuole utilizzare il web per farsi conoscere ed espandere il proprio mercato; conoscere i propri punti di forza, quelli deboli, i propri valori, sono la base su cui costruire un piano di comunicazione e una strategia web.

Leggi anche: come si fa una strategia di comunicazione

Il marketing deve saper suscitare emozioni

La parte creativa ed emozionale del lavoro del marketer ha come obiettivo quello di suscitare emozioni nel lettore, convincerlo a fidelizzarsi a quel brand e caricare il marchio di precisi valori e sentimenti. È proprio attraverso questi elementi che il marketing online riesce ad attirare l’attenzione dei più e a far emergere un sito o un’azienda. Ma per capire se questi fattori funzionano davvero, è importante dare uno sguardo ai dati. L’analisi nel web marketing serve proprio a questo: migliorare le tecniche applicate, apportando le necessarie modifiche. In che modo? Misurando le performance delle campagne, eliminando o rimodulando le cose che hanno funzionato meno, ridistribuendo meglio il budget a disposizione, individuando e sfruttando i trend in atto. L’analisi nel web marketing consente di capire esattamente quel che al pubblico piace di più e ciò che invece va accantonato. Serve ad imparare dai propri errori e a rendere ogni strategia più efficace.

Scopri i nostri servizi: Agenzia di comunicazione roma

Gli errori da evitare

Nel web marketing la creatività è molto importante, ma l’analisi dei dati lo è ancora di più. Lo sanno bene le maggiori aziende internazionali, che dedicano sempre più spazio all’analisi delle strategie, esaminando gli enormi flussi di informazioni a disposizione. Una rivoluzione strategica costante, tesa ad ottenere il favore degli utenti e ad offrire un servizio più aderente ai loro gusti, ma soprattutto alle loro esigenze. Essere un professionista del marketing passa anche attraverso l’analisi delle performance. Tuttavia, sarà opportuno evitare alcuni errori comuni. Il primo e più grave è l’abitudine ad utilizzare soltanto poche metriche. È importante andare a fondo ed esaminare quanti più dati si hanno a disposizione: soltanto così sarà possibile misurare costi e benefici della propria strategia. Il secondo errore più frequente riguarda l’aggiornamento dei vecchi contenuti. Molti marketers si limitano ad aggiornare le informazioni o a correggere eventuali errori. Benissimo, ma oltre a questo bisogna osservare i risultati ottenuti da quel contenuto in termini di posizionamento, migliorare l’uso delle keyword, introdurre i trend che possano agganciare l’articolo a nuove ricerche.

 

Share