airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Il blog

Strategie digitali per la tua attività

Strategie digitali per la tua attività

La presenza online, da semplice biglietto da visita si è evoluta e radicata fino a divenire l’immagine riflessa del proprio brand e della propria azienda, in un universo digitale che integra informazioni ed esperienze maturate su tutti i canali di comunicazione. Nessuna azienda, grande o piccola che sia, orientata al business to client o al business to business, può prescindere da questa identità digitale.

Non presidiare questa forma integrata di comunicazione significa rischiare di non esistere, perché se è vero che un prodotto può lentamente penetrare il mercato grazie al passaparola è anche vero che la gran parte degli utenti prima di comprare corre a verificare su internet con chi e con cosa avrà a che fare dopo l’acquisto.

Lavorare nel digitale_ le skills del futuro

Lavorare nel digitale: le skills del futuro

Il dinamismo delle professioni legate all’economia digitale non ha molti termini di paragone nella storia: nuove tecnologie, nuove possibilità, nuove abitudini, nuove competenze, nuove figure professionali, nuovi paradigmi aziendali hanno preso il via in un crescendo fin dalla nascita di internet.

Impossibile delineare persino a grandi linee un panorama talmente dinamico e diversificato in così breve spazio, alla ricerca di una sintesi di qualcosa che ancora adesso è origine e causa di modifiche ampie e profonde sulle abitudini delle persone e sui sistemi al centro della produzione e dell’organizzazione aziendale.

Come si crea un brand che funziona

Come si crea un brand che funziona

Oggigiorno siamo circondati da brand di diverso genere praticamente ovunque e ogni giorno ne nascono di nuovi, alcuni hanno successo, altri invece falliscono.

Dietro ogni brand c’è una storia, un principio, qualcosa che può e deve essere raccontato e tutto questo andrà a formare le fondamenta di un marchio.

Ma dietro la nascita di un brand, qualunque esso sia e di qualsiasi settore faccia parte, c’è un team di collaboratori che si impegnano affinché si riesca a creare un marchio che funzioni, che abbia successo e che non rischi di finire nel dimenticatoio collettivo.

Infatti un brand di successo non si crea solo ed esclusivamente con una buona storia e con dei solidi principi; dietro la buona riuscita di un marchio di successo ci sono innumerevoli strategie e metodologie di lavoro.

Conquistare un cliente rispondendo ai suoi bisogni

Conquistare un cliente rispondendo ai suoi bisogni

Gran parte della concorrenza e delle strategie di marketing si giocano sul catturare l’attenzione del cliente e fidelizzarlo. Non basta avere un buon prodotto e promuoversi, occorre studiare il target e costruire un percorso di comunicazione che possa davvero conquistarlo. Un metodo per entrare nella mente e nel cuore di un cliente è quello di rispondere ai suoi bisogni. Una persona, infatti, acquista sempre una risposta a un suo bisogno. Quando si pensa ai bisogni la prima cosa che ci viene in mente è la Piramide dei bisogni di Maslow: con questo sistema sono stati individuati vari di bisogni da quelli di base fino a quelli di autorealizzazione. I bisogni individuati da Maslow sono fisiologici, di sicurezza, bisogni legati all’appartenenza, di stima e di autorealizzazione. Questa rappresentazione fatta da Maslow può essere utile ma occorre approfondire lo studio con bisogni che sono legati a caratteristiche e reazioni che riguardano la sfera emotiva.

Un metodo interessante per capire i bisogni del cliente è l’uso delle empathy maps.

Il web marketing è sperimentazione

Il web marketing è sperimentazione

Un’attività, un brand, un’azienda non possono più evitare i mezzi di comunicazione online e i pubblici che li popolano. Non essere presenti sul web è penalizzante, significa non occupare un luogo virtuale in cui le persone sono molto presenti e attive. Nello specifico, grazie all’evoluzione crescente e costante che la rete ha preso nella nostra vita, le azioni di marketing online sono fondamentali per il successo di qualsiasi attività a prescindere che la sua esistenza dipenda o meno in maniera integrale dalla rete. Il marketing online utilizza una serie di strumenti web per raggiungere i pubblici pertinenti con la propria attività e persegue vari obiettivi, a seconda della situazione di partenza dell’azienda cliente, del budget, etc…

L'importanza della community_ creare relazioni online per vendere

L’importanza della community: creare relazioni online per vendere

La velocità con cui le aziende online stanno evolvendosi induce gli imprenditori a valutare tutti gli aspetti legati alle strategie di marketing. Quando si parla di branding e web marketing occorre tenere presente l’importanza sempre più fondamentale che assume una strategia di creazione di relazioni con gli utenti. Tra gli elementi più significativi, che possono indirizzare le sorti di un’attività online, figura il rapporto con la community. Sebbene molti sottovalutino l’importanza delle interazioni con i propri utenti puntando tutto su campagne pubblicitarie e solidità del prodotto venduto, in realtà le migliori aziende del mondo tengono in grande considerazione la community e la creazione di relazioni online. Oggigiorno è fondamentale dare importanza alla community, cercando di creare relazioni che siano funzionali e intelligenti.

Web marketing per start up

Web marketing per start up

La grande concorrenza, sia sul territorio reale che virtuale, per le nuove aziende è un ostacolo oggettivamente complesso da superare. Sebbene le idee iniziali possano essere di valore non è semplice emergere in un caos composto da competitività e strategie di marketing aggressive.

Una start up ha necessità di farsi conoscere e il web è un ambiente in cui moltissime persone sono presenti. Una strategia di marketing online può supportare le start up partendo da analisi e costruendo piani di comunicazione efficaci. Oggigiorno il bacino di utenza presente sul web induce a pianificare strategie di marketing differenti dal passato. Una start up deve proiettarsi al futuro e utilizzare strategie mirate e innovative.

Nelle prossime righe cercheremo di analizzare i vantaggi che una start up può ricavare da una strategia di web marketing mirata, focalizzando lo sguardo sulle tecniche più interessanti e utilizzate.

User experience_ cos'è e come deve essere realizzata

User Experience: cos’è e come deve essere realizzata

Cos’è la User Experience

 

La User Experience (UX) può essere intesa come l’insieme di interazioni, percezioni e reazioni che una persona ha nei confronti di un prodotto, un servizio o un sistema di una determinata azienda, sia prima, durante e successivamente all’utilizzo. Non riguarda solamente l’interazione e l’esperienza con in sito web perché il prodotto può essere sia fisico che digitale.
La sua definizione, a livello internazionale, è stata data dall’International Organization for Standardization (ISO) con la normativa ISO 9241-210 e fa capire come, in realtà, si tratti di qualcosa di soggettivo.

Cosa influenza il processo di acquisto online

Cosa influenza il processo di acquisto online

Da che mondo è mondo, il marketing è una vera e propria scienza che studia e a trova i modi per rendere interessanti i prodotti ai consumatori. Nel marketing digitale questa corsa alla pubblicità è esasperata dall’aumento esponenziale della concorrenza unita ai bassi costi necessari a promuoversi sul mercato online. Inoltre è anche cambiata la lente focale dell’attività promozionale che adesso non mira più a esporre le caratteristiche del prodotto offerto ma che cerca di catturare il consumatore nelle sue scelte durante il processo che lo porta all’acquisto; stiamo parlando del ”Customer Journey”, le fasi che il consumatore attraversa prima di giungere all’acquisto effettivo.

Come aprire un sito e-commerce

Come aprire un sito e-commerce

Aprire un sito e-commerce, realizzare uno store online, complementare al punto vendita, è diventato un tema di grande attualità che può far comodo a tutti gli esercenti che negli ultimi mesi hanno visto calare in maniera verticale le vendite in negozio. Per sviluppare e progettare un e-commerce è importante affidarsi a un’agenzia: un sito e-commerce deve essere progettato e costruito molto bene, deve essere usabile e sicuro. Inoltre, vendere in rete non è una cosa scontata o sulla quale ci si può improvvisare; un piano di comunicazione e marketing online servono strategicamente ad accompagnare gli utenti nel percorso di conoscenza dell’azienda e del suo negozio online per farli diventare clienti.

Leggi anche: strategia digitale

professioni digitali digital creator

Professioni Digitali: digital creator

Nell’epoca di internet e della comunicazione digitale, sono nate nuove figure professionali in grado di sfruttare al massimo le potenzialità della rete sia per se stessi che per qualsiasi tipo di azienda. Una di queste, è quella del Digital Creator, una figura che si occupa di creare e pubblicare contenuti digitali in grado di attirare visitatori e suscitare interesse.

 

Cos’è un Digital Creator

 

Come detto, un Digital Creator è una figura professionale che si occupa di creare contenuti per il web. Tuttavia, detta così potrebbe sembrare banale, per cui è necessario specificare a chi si chiede cosa fanno i Digital Creators, che non tutti possono ambire a diventarlo, perché non basta saper scrivere. Questa figura professionale, infatti, è molto più sfaccettata di quanto si possa pensare, perché ciò che caratterizza un Digital Creator è la sua capacità di visione e di raggiungimento degli obiettivi, nonché di gestione della comunicazione.

Brand Activism

Cos’è il Brand Activism

Nell’ambito del marketing, le aziende – siano esse di piccole o grandi dimensioni – hanno la necessità di comunicare in modo efficace. Una buona comunicazione aziendale permette di distinguere le imprese in grado di raggiungere il successo e quelle che, di contro, non fanno che annaspare alla ricerca di idee e trovate commerciali.

Un esempio dell’importanza della comunicazione, nell’ambito del marketing aziendale, è dato dal concetto di “Brand Activism”. Ma a cosa fa riferimento la terminologia citata? Approfondiamolo nel dettaglio.

IOS 14_ cosa cambia per le campagne Google

IOS 14: cosa cambia per le campagne Google

 Photo credit: DANIEL CONSTANTE / Shutterstock.com

 

Apple, con il nuovo sistema iOS 14 vuole rivoluzionare il mondo del digital marketing. È ormai noto che i siti internet e le app racchiudono al loro interno informazioni che tecnicamente vengono identificate con il termine inglese “cookie”. Questi consentono ai siti web di poter adattare i propri contenuti agli interessi di ogni singolo utente offrendo esperienze personalizzate. Inoltre, gli inserzionisti, i marketer e gli editor possono diffondere degli annunci specifici per le preferenze degli utenti.

Evento Google I_O 2021_ le trasformazioni con l'AI

Evento Google I/O 2021: le trasformazioni con l’AI

VDB Photos / Shutterstock.com

 

L’evento Google I/O si presenta come una manifestazione rivolta agli sviluppatori al fine di integrare tra loro i vari servizi, come Android, web marketing, advertising on line e molte altre aree di ricerca del colosso americano.

 

Android 12

 

Tra le novità più importanti presentate all’evento c’è sicuramente il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili della Google Android 12. Uno degli aggiornamenti più importanti sarà il miglioramento dell’assistente vocale Google Assistant che sarà reso più preciso nel fornire le indicazioni richieste e girerà più veloce anche sugli smartphone più economici.

Novità Google_ Web stories

Novità Google: Web stories

Photo credit: Tero Vesalainen / Shutterstock.com

 

L’evoluzione tecnologica quotidianamente contribuisce al miglioramento delle relazioni tra utenza e piattaforme online. Sebbene i social media e le strategie di marketing vertano nella gran parte dei casi sull’ottimizzazione SEO e la qualità dei contenuti, colossi come Google mettono a disposizione, di chi vuole incrementare il bacino di utenza, servizi innovativi. Nelle prossime righe analizzeremo più da vicino una delle ultime novità di Google: le web stories.

 

Cosa sono le web stories

 

Attualmente quasi tutti i social network offrono ai propri utenti le “storie”; benché l’azienda Google possa aver preso spunto da tale idea implementando le stesse funzioni di scorrimento, in realtà le web stories mettono a disposizione delle funzionalità leggermente diverse, volte a essere quanto più eterogenee possibili. Vediamo le caratteristiche che distinguono le web stories dalle più tradizionali storie di TikTok, Facebook e Instagram.

Over the Bridge e la musica creata con l'A.I. di Google

Over the Bridge e la musica creata con l’A.I. di Google

In Canada ha sede “Over the Bridge”, un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata al tema della salute mentale nell’industria musicale.

La storia della musica è costellata da vicende legate alla sanità mentale degli artisti, personalità ricche di talento ma attraversate da problemi quotidiani che, di fatto, sono riscontrabili anche in chi il talento non lo possiede affatto.

Non sono pochi i musicisti che hanno dichiarato di aver sofferto di ansia, depressione, attacchi di panico e solitudine, e Over the Bridge, da questo punto di vista, intende proprio mettere in risalto la delicatezza di tali tematiche.

Le novità di Page Experience Update di Google

Le novità di Page Experience Update di Google

Google Page Experience Update 2021, cosa cambierà per chi si occupa di SEO con l’aggiornamento dell’algoritmo?

 

A novembre del 2020 Google ha comunicato, attraverso il proprio blog, che a partire da maggio 2021 sarebbe stato lanciato il Google Page Experience Update. Con questo nuovo aggiornamento la user experience cioè l’esperienza dell’utente, sarà un elemento importante di posizionamento in SERP del sito web, in pratica Google analizzerà una serie di indicatori e segnali valutando attentamente l’esperienza dell’utente su una specifica pagina del sito web.

Quando Google ha comunicato questa novità ha specificato che la qualità dei contenuti seguiterà ad essere comunque un fattore fondamentale sul posizionamento. Il consiglio, quindi, per chi si occupa di SEO, è quello di continuare a lavorare in modo professionale, inserendo contenuti realmente utili e di qualità per l’utente in modo da rendere significativa la user experience, in questo modo si riuscirà a raggiungere un ottimo posizionamento in SERP, conquistando maggiore visibilità.

Dal marketing sul prodotto al marketing sui valori

Dal marketing sul prodotto al marketing sui valori

Il mondo classico del marketing è stato superato da circa 10 anni, cambiando le modalità di approccio al mercato.

Il marketing classico si basava sulle 4 P:

  • prodotto
  • distribuzione
  • prezzo
  • promozione

Tramite questi principi si lavorava per costruire un certo tipo di comunicazione. Le aziende lavoravano nelle ricerca e nella realizzazione di un prodotto o servizio e poi costruivano una comunicazione adatta per il mercato di riferimento. Le strategie venivano create basandosi sulle 4 P.

Da vari anni, i mercati e l’approccio del marketing sono stati modificati dai colossi digitali quali Google, Facebook e Amazon e dal web.

Google FloC e i cookies

Google FloC e i cookies

Oltre a essere il più famoso motore di ricerca, Google è leader degli annunci sul Web, da cui ricava gran parte del proprio fatturato. Ora l’azienda di Mountain View si propone di rivoluzionare il settore, sostituendo i cookie per il tracciamento con un insieme di strumenti, il cui obiettivo è quello di permettere agli inserzionisti di impostare target precisi e al tempo stesso tutelare l’anonimato degli utenti.
Federated Learning of Cohorts, da qui abbreviato come FLoC, è il nome di questa funzionalità, che verrà rilasciata gradualmente in beta nei prossimi mesi dopo la conclusione della fase di test. Vediamo di seguito cosa si intende per FloC e quali cambiamenti potrebbe apportare nel mondo degli annunci online.

Facebook Analytics sparirà da Giugno 2021

Facebook Analytics sparirà da Giugno 2021

Photo:  bangoland / Shutterstock.com

Con uno scarno post apparso su Facebook for Business, il noto social di Mark Zuckerberg ha annunciato che, a partire dal 30 giugno 2021, Facebook Analytics verrà dismesso.
Fino a quella data, viene offerta agli utenti la possibilità di accedere ai report e ai dati della piattaforma e scaricare grafici e tabelle sui propri dispositivi.
L’improvviso annuncio ha colto di sorpresa molti social media manager ed esperti di marketing, che si affidavano anche a questo strumento di monitoraggio per sviluppare e implementare le proprie strategie di marketing digitale.
Con questo breve articolo si cercherà di comprendere cosa sia Facebook Analytcs, indagare le ragioni della sua dismissione e, infine, descrivere le possibili alternative.