airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Digital Marketing: Pay Per Clic

Digital Marketing: Pay Per Clic

Il semplice fatto di possedere un sito web non basta da solo a far aumentare la visibilità di un’attività commerciale e ad attirare traffico qualificato; avere un sito e non adottare un’adeguata campagna di digital marketing è come stampare dei biglietti da visita e non distribuirli. Al contrario, una ponderata campagna Pay Per Clic (PPC), se fatta in modo corretto, è un metodo molto efficace ed immediato per arrivare davanti al proprio target di riferimento e realizzare l’obiettivo della campagna.

Che cos’è il Pay Per Clic e come funziona

Il pay per clic (PPC), anche detto keyword advertising, è uno strumento di digital marketing che prevede il pagamento da parte dell’inserzionista di una quota (Cost Per Clic) per ogni clic effettivamente eseguito dall’utente sull’annuncio. Un tipico esempio di PPC è la SEA (Search Engine Advertising), ovvero gli annunci sponsorizzati che compaiono di fianco e/o sopra i risultati naturali dei motori di ricerca. In pratica, anziché cercare di ottenere visite tramite il posizionamento organico (SEO), efficace ma caratterizzato da lunghe tempistiche, si pagano degli spazi pubblicitari sui search engine o all’interno di altri siti (pubblicità display) in modo che i link si posizionino in modo immediato, con la possibilità di scegliere tra fasce orarie, giorni, zone geografiche precise e così via. Poiché in Italia più del 90% delle ricerche online è effettuata su Google, quando si parla di PPC si parla implicitamente di Google Adwords, anche se esistono altri servizi come Facebook o Bing Ads.
Il pay per clic funziona come un’asta in cui l’advertiser fa un’offerta (bid) per acquistare parole chiave rilevanti per la propria attività. Nella scelta delle keyword, il consulente di digital marketing valuterà sia i termini tecnici che colloquiali, i sinonimi e gli errori, tenendo conto di parametri quali il costo di ogni parola chiave, la concorrenza e il volume di ricerca. Il lato positivo è che il budget si decide prima e non ha vincoli. Di solito conviene iniziare con un budget basso puntando su keyword più specifiche e di nicchia; solo più avanti si potranno puntare cifre più consistenti sulle parole chiave più comuni e competitive.

Il PPC funziona ancora?

Gli esperti di digital marketing sono sempre più propensi ad integrare le strategie di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) con le campagne pay per clic, specialmente nella fase iniziale, quando gli unici risultati concreti derivano dalla pubblicità a pagamento. Il PPC permette infatti di guadagnare visibilità in modo veloce e immediato, attirando una grossa fetta di visitatori verso il proprio sito. Inoltre consente di monitorare direttamente la spesa da investire e il ROI tramite gli appositi strumenti di analisi.
Tuttavia, se gestita male, una campagna pay per clic può rivelarsi un investimento poco redditizio, soprattutto se le visite non si trasformano in conversioni.
Per sfruttare al meglio il PPC è necessario:
– ottimizzare le landing page per ogni inserzione, in modo che siano il più possibile coerenti con l’annuncio;
– colpire un target molto specifico;
– scegliere le parole chiave più pertinenti al contenuto dell’annuncio;
– scrivere annunci efficaci che portino clic;
– stabilire orari, date e luoghi precisi;
– ottimizzare i testi degli annunci e le pagine di destinazione per i dispositivi mobile;
– utilizzare strumenti di web analytics e tracking.
Per concludere, affinché una campagna pay per clic funzioni occorre valutare attentamente le potenzialità di tale strumento per il proprio business e pianificare ogni mossa senza lasciare nulla al caso.

Share