airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Crowdfunding e opportunità

Crowdfunding e opportunità

In un momento in cui la società soffre di una profonda crisi economica, le aziende sono costrette a trovare soluzioni innovative per invadere il mercato, proporre prodotti e servizi in grado di attirare l’attenzione dei consumatori e venderli riuscendo a realizzare un profitto che non si limiti semplicemente a coprire le spese. In questo senso, il crowdfunding s’è rivelato più di una semplice opzione.

Cos’è il crowdfunding

Il crowdfunding è l’evoluzione digitale della raccolta fondi. Grazie alla diffusione di Internet e al successo sempre maggiore dei social network e del web marketing, molte aziende si sono rese conto di quanto potesse rivelarsi utile sfruttare i nuovi canali comunicativi per spingere gli utenti a partecipare a raccolte fondi di ogni tipo: dalla produzione di un articolo particolarmente tecnologico, all’incisione di un album musicale, passando per progetti socialmente utili e per la realizzazione di film, o addirittura opere d’arte. Il tutto attraverso il crowdfunding, ovvero una raccolta fondi in grado di coinvolgere una folla di persone molto nutrita, spingendo su donazioni e finanziamenti per la realizzazione di un certo progetto.

Come funziona il crowdfunding

Le somme di denaro vengono raccolte digitalmente, attraverso piattaforme online in grado di fungere da contenitori di numerosi progetti in via di sviluppo, e capaci di attirare l’attenzione di tantissimi utenti. Il crowdfunding si basa sull’effetto emozionale, ma anche sulla possibilità di ricevere un regalo dall’azienda per aver partecipato alla raccolta, come gadget, sconti, biglietti gratuiti, acquisto in esclusiva e tanti altri elementi che variano a seconda dei progetti. Le piattaforme generalmente guadagnano una percentuale della somma raccolta dall’azienda: somma che viene restituita agli utenti nel caso non si raggiunga il tetto previsto per la realizzazione del progetto. In Italia, però, le piattaforme di crowdfunding hanno spesso obiettivi diversi dal mero guadagno economico.

Le piattaforme di crowdfunding in Italia

Il fenomeno del crowdfunding s’è diffuso in Italia solo in anni recenti, anche se va sottolineato che nel nostro paese esistono alcune piattaforme come Produzioni Dal Basso già attive dai primi anni del 2000. La più famosa è senza dubbio Eppela: una piattaforma online dedicata al lancio di progetti riguardanti il settore della moda, dell’arte e della cultura (come Limoney), presente dal 2014 anche negli USA. Ci sono poi le piattaforme generaliste, ovvero contenenti progetti molto diversi fra loro: una delle più note è senza dubbio Kapipal, insieme alla già citata Produzioni Dal Basso.

Il crowdfunding, però, funziona anche come raccoglitore di fondi per iniziative di taglio diverso: come DeRev, che ha scelto il crowdfunding per finanziare attività legate alla politica e all’attivismo, senza però tralasciare settori più comuni come lo sport e l’arte. Tali piattaforme concentrano la loro attenzione sulla bontà dei progetti, selezionandoli personalmente. Infine qualche parola va spesa sulle piattaforme verticali, ovvero quei crowdfunding dedicati ad un solo settore: come Musicraiser e Gigfarm che hanno scelto di specializzarsi sui concerti e sulla musica italiana, o Cineama, dedicata ai film indipendenti. Piattaforme verticali sono anche quelle dedite alla raccolta fondi per campagne socialmente utili e progetti solidali, come ShinyNote, IoDono, BuonaCausa e ReteDelDono.

Share
CRM e webmarketing
Pr online