airlogo

AIR Communication Srl si occupa di Comunicazione Integrata e si rivolge a medie e grandi aziende nazionali e internazionali. AIR Communication è in grado di offrire una consulenza completa e personalizzata, fondata sulla capacità di ascoltare, interpretare e tradurre in strategie, servizi e prodotti mirati le esigenze, gli obiettivi di business e i valori del cliente.

+39 06 83709819

Via Aurelia 547 - 00165 Roma

 

Campagne video Google Ads

Campagne video Google Ads

Campagne video Google Ads

 

Photo credit: Primakov / Shutterstock.com

Le campagne video Google sono uno strumento di marketing che consente di sfruttare i filmati per promuovere il proprio brand.
Vediamo tutto quello che bisogna conoscere di questo strumento affinché si possano raggiungere i diversi obiettivi prefissati durante la realizzazione del filmato.

Cosa sono le campagne video Google

Queste campagne sono degli strumenti di marketing che permettono il raggiungimento, in base alla tipologia di filmato, di determinati obiettivi.
I messaggi pubblicitari, generalmente, vengono poi inseriti su Youtube e sui siti della Rete Display di Google, che inserisce dei collegamenti diretti al canale della tua impresa.
Ovviamente i messaggi possono essere sfruttati sia per incrementare la notorietà del brand che per far conoscere un prodotto: la frequenza di visualizzazione, i siti sui quali vengono inseriti gli annunci e altre caratteristiche variano in base alle impostazioni selezionate durante la fase di realizzazione della stessa campagna video con Google.

Le tipologie di campagne video

Esistono cinque tipi di campagne video che puoi fare con Google, ognuno dei quali caratterizzato da aspetti totalmente diversi tra di loro.
La campagna video più comune, che sicuramente hai notato poiché è la tipologia più utilizzata, è quella denominata in-stream; questa campagna consente di saltare l’annuncio dopo pochi secondi e può essere inserita e visualizzata prima, durante e anche al termine del filmato.
La sua peculiarità consiste nel fatto che dopo 5 secondi di visualizzazione, questa tipologia di filmato può essere ignorata e il video originale viene riprodotto dal punto nel quale è stato interrotto.

La versione opposta è la campagna video che non si può ignorare: in questo caso si tratta di campagne video Google che hanno una durata massima di 15 secondi.
Si passa poi alla campagna bumper, utile per la brand awareness: si tratta di video dalla durata di circa 6 secondi che deve contenere un messaggio il cui obiettivo è rimanere impresso nella mente di chi vede quel messaggio.
In questo caso la campagna di Google viene inserita su tutta la rete Display.

Tra i tipi di campagne video che puoi fare con Google spicca anche quello discovery: questi sono esclusivi di Youtube e appaiono quando si cerca un determinato contenuto.
Cliccando sull’annuncio il visitatore viene indirizzato alla pagina del canale dove è stato pubblicato il filmato.

Infine la tipologia outstream, riservata ai dispositivi mobili, è composta da video annunci i quali vengono inseriti sui siti partner di Google: questi filmati vengono definiti anche come complementari del tipo discovery, dato che hanno l’obiettivo di coprire i vari portali non raggiungibili con Youtube.

Come funziona una campagna video con Google

La prima cosa da fare quando si crea una nuova campagna con Google è scegliere il tipo di obiettivo da raggiungere, come lead o vendita e la tipologia di video optando per una delle cinque versioni prima descritta.
Altro passaggio importante è dato dall’impostazione del budget; occorre anche scegliere la visualizzazione: se questa deve essere standard oppure accelerata, col video che viene riprodotto con maggior frequenza riducendo con maggior rapidità il budget a disposizione.
Infine, occorre sia scegliere il metodo di visualizzazione dell’annuncio, ovvero optare per farlo apparire durante i video di Youutube, sul portale oppure sui siti partner, così come è importante anche specificare quale deve essere l’indirizzo web di destinazione una volta che si clicca sull’annuncio.

In base a tutti questi criteri è possibile creare campagne video Google ADS e farle funzionare secondo le proprie esigenze

Share