Aggressività comunicativa sui social network

Aggressività comunicativa sui social network

“Hate speech” lo hanno chiamato. Di cosa stiamo parlando? Dell’odio mostrato da molti in rete, un fenomeno tristemente in espansione che sta lentamente rovinando la comunicazione tra gli utenti che affollano i social media. Ma a cosa è dovuta l’aggressività comunicativa presente nei social network e perché non riusciamo ad avere un dialogo sereno con le altre persone che navigano in rete?

La rete e la deriva della comunicazione

La rete è così chiamata per la sua capacità di favorire la comunicazione e l’interconnessione tra individui distanti anche molti chilometri. Oggigiorno, la rete rappresenta una realtà per la maggior parte di noi; realtà che non si limita a una dimensione virtuale, ma che origina tutta una serie di conseguenze anche nella vita reale, con ripercussioni tangibili, di carattere economico, politico e sociale. Gioie e dolori quindi. Sì, perché se da un lato l’avvento dei social ha messo in comunicazione tante persone, dall’altro ne ha acuito i contrasti, diventando addirittura disgregante per effetto dell’eccessiva aggressività di molti. Ma come comunichiamo sui social network e perché lo facciamo in questo modo? Ciò a cui stiamo assistendo è un’espansione della rabbia nel mondo virtuale, proprio come se questo fosse un vero e proprio ring. In molti scelgono di materializzare le proprie frustrazioni, il proprio disagio interiore nella rete. Basti pensare agli attacchi, spesso immotivati, ai danni di vip e personaggi della Tv e al fenomeno degli haters e dei troll, in netta crescita nonostante le restrizioni e i controlli applicati dai social.

Il Censis conferma un disagio sociale crescente

In base a quanto pubblicato dal Censis emerge un forte degrado nella gestione dei rapporti interpersonali: i legami tendono a diventare più fragili e la maggior parte dei valori ad indebolirsi. Dalle informazioni raccolte è evidente come insulti e minacce in rete siano aumentati del 35% in pochi anni, mentre i reati a sfondo sessuale siano cresciuti del 26%. Questo livello di aggressività permea social network, blog e persino siti sportivi. La tendenza più evidente è quella di offendere chi non condivide il nostro pensiero, forse sull’onda di quanto accade sempre più spesso nel mondo politico e tra alcuni personaggi dello spettacolo, spesso sorpresi dalle telecamere ad utilizzare un linguaggio poco ortodosso. L’aumento dell’aggressività è dovuto alla convinzione, errata, che soltanto alzando la voce e distruggendo le idee altrui sia possibile ottenere consensi. Inoltre, per orgoglio, pregiudizio, o per semplice desiderio di apparire, chi è dietro a una tastiera è perennemente sulla difensiva, molto più di quanto non accada dal vivo.

Il fenomeno degli haters

I bulli almeno ci mettono la faccia e quando decidono di insultare qualcuno lo fanno senza celare la propria identità dietro ad un nickname. È proprio questo il problema scatenante: il presunto anonimato garantito da Facebook e da altri siti. E a causa di questo problema i social stanno diventando piazze globali nelle quali tutti si credono autorizzati a parlare di qualsiasi argomento e ad avversare chiunque non la pensi come loro. Nella maggior parte dei casi, gli haters sono soliti vomitare odio contro classi sociali e religioni diverse: i loro bersagli preferiti sono le donne (nel 63% dei casi), gli omosessuali (10,8%), i migranti (10%) e gli ebrei (2,2%). Ciò che sfugge loro, però, è che dietro ad ogni profilo virtuale c’è una persona in carne ed ossa, con una famiglia e dei valori. Purtroppo il web toglie umanità alle persone e sputare sentenze è semplicissimo. È esattamente come tirare una pietra e nascondere la mano, fingersi padri di famiglia e professionisti impeccabili per poi trasformarsi in seminatori d’odio. Regolare il fenomeno non è facile: le leggi servirebbero a poco, a differenza di quanto si potrebbe ottenere con un maggior senso civico.

Aggressività comunicativa sui social network ultima modifica: 2018-09-13T09:58:17+00:00 da andrea salis
2018-09-12T10:40:40+00:00

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?

CHIAMACI ALLO 06 83709819, oppure inserisci la tua email ti ricontatteremo al più presto!
INVIA
close-link
HAI BISOGNO DI AIUTO